Phoenix

Sono ormai diversi mesi che non scrivo, e oggi in un momento di calma, provo a spiegare quanto luglio sia stato un mese difficile e impegnativo. Ho accettato un lavoro impossibile senza giorni di riposo per ristabilire l’equilibrio economico dopo tanti mesi di difficoltà. Ho visto la mia vita cambiare, lo stress salire alle stelle e in tutta questa distruzione l’unica cosa a cui mi aggrappavo ero io. Ho perso tutto, e ho capito che tutto quello che pensavo fosse buono nelle mia vita non lo era. Mi sono riscoperta a guardare la mia vita dall’esterno e ho notato che tutto quello che ho costruito in tanti anni era sbagliato, malato, artefatto. Mi sono accontentata di briciole e scuse, mentre io davo il massimo per tenere la nostra vita a galla. Oggi sono un’altra persona, il 24 di luglio una parte della mia vita è stata sradicata, portata via. Mi sono ritrovata sola e ho scoperto che non lo ero mai stata, ho tanti amici nuovi, nuovi affetti. Ho riscoperto persone che avevo volutamente trascurato. Ho riscoperto me stessa in una maniera che non vedevo da moltissimi anni. Ho portato una maschera per così tanto tempo che ho pensato di essere diventata quella persona, un tipo di persona che odiavo. Finita, annientata, annullata per il prossimo. Oggi sono qui, che mi guardo allo specchio e mi riscopro, inizio da una me del passato che ho sepolto e umiliato. Finalmente pronta a rinascere, dalle mie ceneri, come una fenice.

No Comments

Post A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi