Pasta al Sugo Fresco

Probabilmente in questo momento vi starete chiedendo come può il sugo essere fresco, bè, inizio dandovi fresco non è sinonimo di freddo!

 

Questa è la mia ricetta “salva vita”.

 

Solitamente in estate non ho molta voglia di stare davanti ai fornelli o al forno in generale, quando vivevo con mio padre solitamente per pranzo mangiavamo dell’insalata, accompagnata da proteine e frutta fresca. Mio padre è un salutista, non mangia cibo “pre”confezionato..

Immaginate quest’uomo ad avere una figlia come me, con una disfunzione ormonale e la sindrome dell’ovaio policistico, sono in sovrappeso da tutta la vita, non importa cosa mangio, il mio peso resta stabile per qualche mese e poi magari prendo 5 kg, poi stabile di nuovo per qualche mese e ne perdo 7. Oppure ancora ci sono periodi ad effetto yo-yo in cui in un mese prendo e perdo 10 kg. Vi assicuro che non è piacevole, i miei amici mi dicono “prova ad andare a correre, aiuta molto.” . . .

 

Poveri illusi, ho convissuto con il mio corpo tutta la vita e loro pensano di saperne più di me.

 

Se anche voi pensate che stia divagando avete ragione. Mi son lasciata prendere la mano!

 

Ora vi spiego perché questa è la mia ricetta salva vita in poche semplici parole:

  • velocità;
  • praticità;
  • poco impegno;
  • gusto;

 

Ecco questi sono gli elementi principali, è letteralmente una sfida contro il tempo, vi basteranno 15 minuti per impiattare il vostro pranzo!

 

Ingredienti (per due persone):

  • 400 gr di pelati
  • 1/2 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 4 foglie di basilico
  • peperoncino q.b.
  • olio q.b.
  • sale q.b.
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 160 gr di pasta (100 gr per Nico e 60 gr per me)

 

Procedimento:

  1. Frullare i pelati con un frullatore a immersione;
  2. Mettere su l’acqua per la pasta e contemporaneamente mettere l’olio a scaldare in un tegamino;
  3. Tritare a piacere la cipolla e metterla assieme allo spicchio d’aglio schiacciato nell’olio caldo;
  4. Una volta dorato rimuovere l’aglio e aggiungere i pomodori passati, assieme al sale e lo zucchero;
  5. Mescolare e aggiungere il peperoncino e tenere a fiamma media;
  6. Ora l’acqua dovrebbe essere quasi a ebollizione, salatela e versateci la pasta (io per questa ricetta prediligo spaghetti n°3 oppure fusilli*);
  7. Ricordatevi di mescolare il sugo di tanto in tanto;
  8. Quando siete pronti a scolare la pasta aggiungete il basilico al sugo e spegnete la fiamma, ma lasciate il tegame sul fornello (così il sugo lentamente migliorerà la cottura);
  9. Ora scolate la pasta per bene e unite il sugo accuratamente;
  10. Et voilà! Il pranzo è pronto.

 

*La cottura dei fusilli è parecchio più lunga, in questo caso prima di scolare spegnete il sugo e toglietelo dal fornello!

 

Aspettate che si raffreddi lievemente prima di mangiare, oppure non distinguerete il calore dal peperoncino, il segreto di questa ricetta è che il peperoncino in quantità minime accompagnato dal basilico e una cottura veloce del sugo da una sensazione di freschezza al palato, pizzica leggermente ma non tanto da farvi bere acqua!

 

Ora non so come concludere quindi vi dico soltanto di provare e, Buon Appetito!

 

Giulia

No Comments

Post A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi